MyMemory, la memoria di traduzione più grande del mondo
Click to expand

Coppia di lingue: Click to swap content  Argomento   
Chiedi a Google

Hai cercato: roscigno    [ Disabilita i colori ]

Contributi umani

Da traduttori professionali, aziende, pagine web e banche di dati di traduzione disponibili al pubblico.

Aggiungi una traduzione

Inglese

Italiano

Dettagli

Roscigno

Roscigno

Ultimo aggiornamento: 2013-10-13
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Riferimento: Wikipedia

there is also the Pecori bus line that run from Naples, Piazza Garibaldi, to Roscigno.

ci si può servire delle autolinee Pecori in partenza da Napoli, Piazza Garibaldi, con destinazione Roscigno.

Ultimo aggiornamento: 2007-08-08
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:

Roscigno vecchia - piazza</b><br>Source:

Roscigno vecchia - piazza</b><br>Fonte:

Ultimo aggiornamento: 2007-07-06
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

The grave burial culture (particularly the Oliveto-Cairano culture in the Salerno district) is demonstrated in funeral goods of the 8th-6th centuries BC.<br><br>Next comes the exhibition on the <b>Greek period</b>, which documents the culture and relations between settlements in the Tyrrhenian and Ionian districts of Magna Graecia.<br><br>From the <b>Boezio collection</b>, which is split between Salerno and the Petit Palais in Paris, you can see bronze and pottery ware, including a set of clay doves, the symbol of Aphrodite Pandemos, with its connotations of sexual love, which were common in tombs and sanctuaries.<br><br>The material from Buccino and Atena Lucana is from the 5th century BC, while the tomb, including skeleton and funeral goods, is from Oliveto Citra.<br><br>The star exhibit of the lower floor is the funeral collection from a tomb that has been defined as “princely”, owing to its rich array of 40 objects, including bronze strigils, pottery, a candle holder with a cyma decorated with a warrior and his lady, and a silver crown with laurel leaves and a golden rosette, the only personal ornament of the dead person.<br><br>Next comes the section concerning the 4th-3rd centuries BC, with material from the Agro Picentino and Paestum areas, including the interesting display of pre-Roman amber, particularly those from Roscigno, mostly “re-excavated” from the Museum’s deposits.<br><br><b>Upstairs</b> you can see items from the city of Salerno: terracotta items including one piece with a relief of Hercules fighting the Nemean lion, Greek ceramics, bronze vases and items from the necropolis at Fratte, bucchero clay vases, thought to be from the Etruscan-Campanian era and Attic red-figure and black-figure vases.<br>The collection includes a remarkable bronze head of Apollo, recovered from the sea in 1930.

La cultura dell’inumazione (all’interno della quale si distingue quella di Oliveto-Cairano nel salernitano) è testimoniata dai corredi sepolcrali dell’VIII-VI secolo a.C.<br><br>Segue, poi, l’esposizione del <b>periodo greco</b>, che documenta la cultura e gli scambi fra i centri magnogreci del Tirreno e dello Ionio.<br><br>Provenienti dalla <b>collezione Boezio</b>, divisa fra Salerno e il Petit Palais di Parigi, si ammirano vasellame e oggetti in bronzo e ceramica, fra cui un gruppo di colombe fittili, simbolo di Afrodite Pandemia, allusive all’amore sessuale e diffuse in tombe e santuari.<br><br>Appartengono al V secolo a.C. i materiali provenienti da Buccino e Àtena Lucana e la tomba, comprensiva di scheletro e corredo funerario, di Oliveto Citra.<br><br>Una posizione di spicco nell'itinerario museale del piano inferiore ha il corredo di una tomba definita “principesca”, per la ricchezza del corredo di oltre 40 reperti, fra i quali strigili bronzei, vasellame, un candelabro dalla cimasa decorata con il guerriero e la sua donna e una corona argentea con foglie d’alloro e una rosetta d’oro, unico ornamento personale del defunto.<br><br>Segue il settore relativo al IV-III secolo a.C. con materiali dell’agro picentino-pestano: interessante la vetrina delle ambre preromane, in particolare quelle di Roscigno, in buona parte “riscavate” nei depositi del Museo.<br><br>Al <b>piano superiore</b> sono esposti oggetti relativi alla città di Salerno: si trovano terrecotte, tra cui quella con il rilievo di Ercole in lotta col leone Nemeo, ceramiche greche, vasi in bronzo e reperti della Necropoli di Fratte, vasi in bucchero, ascrivibili alla fase etrusco-campana e vasi attici a figure nere e rosse.<br>Di particolare interesse è la testa in bronzo di Apollo, recuperata in mare nel 1930.

Ultimo aggiornamento: 2007-09-07
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

Old Pro Loco in Roscigno<br><br><br>About two kilometres to the north east of the present town of <a href=" http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=64&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&tema=104&id_lang=IT&act=2&cod_com=387" target="_blank"><u>Roscigno</u></a>, in the heart of Cilento, you will find <b>Mount Pruno</b>, the "balcone degli Alburni", on the sloping birthplace of a highly interesting <b>archaeological park</b> conserving the important ruins of an Enotrian and Lucanian settlement, first traces of which date back to between VII century B.C. and the end of the III century B.C.<br><br>As early as the Twenties this area produced amber fragments dating from between the VI and V century B.C:

Pro Loco di Roscigno vecchia<br><br><br>A circa due chilometri, a nord est dell'attuale paese di <a href=" http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=64&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&tema=104&id_lang=IT&act=2&cod_com=387" target="_blank"><u>Roscigno</u></a>, nel cuore del Cilento interno, sorge il <b>Monte Pruno</b>, il "balcone degli Alburni", sulla cui sommità è nato un interessantissimo <b>Parco archeologico</b> che conserva notevoli resti di un insediamento enotrio e lucano, le cui prime tracce sono comprese tra il VII secolo a.C. e la fine del III secolo a.C.<br><br>Già a partire dagli anni ‘20 vennero recuperati, in quest’area, dei frammenti di ambra databili tra il VI e il V secolo a.C:

Ultimo aggiornamento: 2007-09-06
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

The <b>Museo della Civiltà Contadina</b> is located in the old town centre of <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=64&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&id_page_menu=3&id_lang=IT&act=2&cod_com=387" target="_blank"><u>Roscigno</u></a>, in six rooms of the former rectory restored by the Superintendency of Salerno. It contains a large historical reproduction that illustrates the social customs, work tools and daily life of the peasant world.<br><br>There are about five hundred pieces recovered from the houses, yards and stalls of the old abandoned village, organised according to the work cycles of the area and modern exhibition techniques.<br>The collection is currently organized into six rooms, each dedicated to one or more aspects of local popular culture:

Nel centro di <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=64&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&id_page_menu=3&id_lang=IT&act=2&cod_com=387" target="_blank"><u>Roscigno</u></a> Vecchia, nei sei locali della ex casa canonica, restaurati dalla Soprintendenza di Salerno, sorge il <b>Museo della Civiltà Contadina</b>, in cui è stata realizzata un'ampia ricostruzione storica degli usi sociali, degli strumenti di lavoro e della vita quotidiana del mondo contadino.<br><br>Qui è possibile ammirare circa cinquecento pezzi ritrovati nelle case, nelle cantine e nelle stalle del vecchio paese abbandonato, ordinati secondo i temi dei cicli lavorativi specifici della zona e organizzati secondo moderni criteri espositivi.<br>La raccolta è attualmente divisa in sei sale, ciascuna dedicata ad uno o più aspetti della cultura popolare locale:

Ultimo aggiornamento: 2007-08-08
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

Roscigno vecchia Tourist Office<br><br><br>A large piazza with a Church, a monumental fountain, drinking fountains and wash-houses in the centre, and, like a large amphitheatre, a parade of houses with shops, sheds, narrow streets, chapels and mule tracks leading down to the fields.

Pro Loco di Roscigno vecchia<br><br><br>Una grande piazza con la Chiesa, la monumentale fontana, gli abbeveratoi e i lavatoi pubblici al centro e, come un grande anfiteatro, la cortina delle case con le botteghe, le stalle, le strette vie interne, le cappelle e le mulattiere che conducono ai campi:

Ultimo aggiornamento: 2007-07-06
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

Roscigno, a tiny town in the Province of <b>Salerno</b> has changed very little over the years.<br><br>It stands on the slopes of a hill that dominates the valley of the river Ripiti and gets its name from the local term “russignolo” meaning "nightingale".<br>It was abandoned by its inhabitants at the start of the century, when a landslide threatened to sweep the town away. The townspeople moved to a safer site further up the hill, and since then, the clock has stopped in this town, taking visitors back in time to an almost make-believe atmosphere.<br>It is a symbol of the Cilento of yesteryear and is something of an open-air museum of culture and traditions, now brought back to life.<br><br>A visit to the ancient part means going back in time: a social and cultural trail in a place where time has stood still.<br>Its history, the forced transfer of its inhabitants, the traditional way of life and work are reflected in the layout of the town, particularly in the doorways, windows, iron balconies, bare stone walls and sand and mortar wall plaster.<br><br>It has been called the "Pompeii of the twentieth century ", and its history can be seen in the large irregular-shaped <b>Piazza Giovanni Nicotera</b>, with the 18th century <b>Church of Saint Nicholas</b>, the ancient Mother Church, totally destroyed by a massive blaze which broke out on Christmas night in 1774 and then rebuilt "ex fundamentis" larger and more beautiful than before.<br><br>Particularly interesting is the archaeological site of the <b>Monte Pruno tomb</b>, discovered in 1938 during rural works.

così, oggi come ieri, appare Roscigno, piccolo borgo in provincia di <b>Salerno</b>.<br><br>Roscigno sorge sul pendio di un colle dominante la Valle del Torrente Ripiti e prende il suo nome dall’espressione dialettale “russignolo” che significa usignolo.<br>Abbandonato dagli abitanti all’inizio del secolo, perchè minacciati dalla frana e, poi, trasferiti nel paese nuovo, più a monte, in terra sicura, questo borgo si é come cristallizzato sulla montagna restituendo, agli occhi del visitatore, un'atmosfera quasi irreale.<br>E' un po' il simbolo del Cilento di una volta e si può considerare una sorta di “museo a cielo aperto” della cultura e della tradizione del passato, oggi, finalmente in via di recupero.<br><br>Visitare la parte antica di Roscigno significa, infatti, intraprendere un percorso nel tempo, seguendo un itinerario turistico, sociale e culturale di un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.<br>La storia, i trasferimenti forzati della popolazione, i tradizionali sistemi di vita e di lavoro si riflettono nella particolare struttura urbanistica ed in particolare nei portali, nelle finestre, nei balconcini di ferro, nei muri in pietra viva e nelle pareti intonacate con malta e sabbia.<br><br>Definita la "Pompei del Novecento", la storia di Roscigno si può leggere nella grande ed irregolare <b>Piazza Giovanni Nicotera</b>, con la settecentesca <b>Chiesa di S.Nicola</b>, l'antica Chiesa Madre del paese, totalmente distrutta da un violento incendio scoppiato nella notte di Natale del 1774 e poi rifatta "ex fundamentis" più grande e più bella di prima.<br><br>Tra i siti archeologici presenti sul territorio di particolare interesse è la <b>tomba di Monte Pruno</b>, scoperta nel 1938 in seguito a lavori agricoli.

Ultimo aggiornamento: 2007-07-06
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

the vine and wine cycle, the olive tree and oil cycle, animal breeding and cheese production, cultivation of the land, the wheat cycle, ploughing, harvesting and threshing, transport, processing of wool, bread, the home.<br>The museum also has a collection of historical photographs and a small photo and video archive of sound documents.<br><br>Being part of the <b>Cilento e Vallo di Diano National Park</b>, Roscigno also has numerous natural beauty spots.

il ciclo della vite e del vino, il ciclo dell’olivo e dell’olio, l’allevamento e la produzione del formaggio, la lavorazione dei campi, il ciclo del grano, l’aratura, la mietitura e la trebbiatura, il trasporto, la lavorazione della lana, la produzione del pane, la casa.<br>Il museo conserva anche una collezione di fotografie storiche ed un piccolo archivio fotografico e video-fotografico per i documenti sonori.<br><br>Incorporato nel <b>Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano</b>, il Comune di Roscigno ha anche numerose bellezze naturali:

Ultimo aggiornamento: 2007-07-06
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

then, you will really enjoy a visit to the <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=79&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&act=402&cod_classe=2&cod_sottoclasse=0&cod_bca=778&tema=0" target="_blank"><u>Museo delle Arti e Tradizioni del Vallo di Diano a Teggiano</u></a>, the museum of <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=79&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&act=402&cod_classe=2&cod_sottoclasse=0&cod_bca=2177&tema=0" target="_blank"><u>Civiltà Contadina di Roscigno</u></a> and the <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=79&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&act=402&cod_classe=2&cod_sottoclasse=0&cod_bca=2166&tema=0" target="_blank"><u>Museo Etnografico di Morigerati</u></a>.

sarà, poi, davvero piacevole visitare il <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=79&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&act=402&cod_classe=2&cod_sottoclasse=0&cod_bca=778&tema=0" target="_blank"><u>Museo delle Arti e Tradizioni del Vallo di Diano a Teggiano</u></a>, quello della <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=79&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&act=402&cod_classe=2&cod_sottoclasse=0&cod_bca=2177&tema=0" target="_blank"><u>Civiltà Contadina di Roscigno</u></a> ed il <a href="http://www.turismoregionecampania.it/servlet/page?_pageid=79&_dad=portal30&_schema=PORTAL30&act=402&cod_classe=2&cod_sottoclasse=0&cod_bca=2166&tema=0" target="_blank"><u>Museo Etnografico di Morigerati</u></a>.

Ultimo aggiornamento: 2007-07-03
Argomento: Turismo
Frequenza d'uso: 1
Qualità:
Avvertenza: Contiene formattazione HTML non visibile

Aggiungi una traduzione