구글 검색

검색어: perkthim italisht shqip (이탈리아어 - 알바니아어)

인적 기여

전문 번역가, 번역 회사, 웹 페이지 및 자유롭게 사용할 수 있는 번역 저장소 등을 활용합니다.

번역 추가

이탈리아어

알바니아어

정보

이탈리아어

perkthim italisht shqip

알바니아어

Traduzione Italiano Inglese

마지막 업데이트: 2014-11-27
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqip

알바니아어

si je

마지막 업데이트: 2019-01-28
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqip

알바니아어

Menta

마지막 업데이트: 2017-03-02
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqip

알바니아어

Nenexhik

마지막 업데이트: 2017-01-24
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqip

알바니아어

perkthim shqip Anglisht

마지막 업데이트: 2016-04-19
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqip

알바니아어

perkthim Anglisht shqip

마지막 업데이트: 2016-01-07
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqip

알바니아어

perkthim shqip ne anglisht receta gatimi

마지막 업데이트: 2017-06-01
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht it Shqip

알바니아어

Fine leshi

마지막 업데이트: 2014-11-17
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqiVARESE Sala bingo e pizzerie fortini della droga, 13 arresti Un’organizzazione che smerciava coca e fumo gestita da albanesi sgominata da un’operazione congiunta interforze. Sequestrati diversi locali pubblici in tutta Varese, auto, telefonini, contanti e droga. L’inchiesta si intreccia col tentativo d’evasione di Filadelfio Vasi Ingrandisci testo Riduci testo | Versione stampabile Stampa | Invia articolo a un amico Invia | Scrivi alla redazione Scrivi immagine di separazione cocaina varese grandeSale bingo e locali pubblici: normali ritrovi per farsi una birra o una pizza, ma che venivano utilizzati come “bunker” per lo spaccio della cocaina e dell’hascisc in tutta Varese. Fuori, le vedette che segnalavano l’arrivo della polizia e di ficcanaso. E poi i “cavallini” che portavano la droga ai clienti facendo lunghi giri in moto per depistare, magari dopo aver recuperato la droga in parchi pubblici, nascosta in pacchetti di caramelle. Un’organizzazione, la sua rete e le basi operative che sono state sgominate da un’operazione congiunta di Polizia, Carabinieri e Finanza coordinata dal pm Agostino Abate della procura di Varese e su ordinanza del gip Anna Giorgetti, con all’interno diverse sorprese: non solo gli stratagemmi e i trucchi per non farsi scoprire, ma anche gli intrecci con un’altra vicenda di cronaca che ha interrogato la città: il tentativo di evasione di Filadelfio Vasi. Ma andiamo con ordine. CITTA’ NOSTRA - L’operazione dio oggi si chiama “Città nostra”: l’obiettivo, dicono gli investigatori, era quello di riappropriarsi di “sacche di malavita” e di regni dell’impunità che anche nella Città giardino riescono a vivere e proliferare; sono stati infatti impiegati oltre 200 uomini e 80 automezzi, con l’impiego anche di unità cinofile delle tre Forze di Polizia provenienti dai nuclei di Malpensa e di Orio al Serio (BG). GLI ARRESTATI - A finire in manette sono stati i fratelli albanesi Leonard Colaj (30anni), Zefian Colaj (22) e Landi Colaj (38), Giovanni Aldo Marangella (26), Tusha Gjergj (21), Ferdinand Ndoja (36), Decimo Letizia (55), Gjovalin Preka (29), Klodjan Makaj (25), Erlin Malaj (27), Valentin Marinaj (26), Deniz Dashaj (25) e infine la cittadina brasiliana Marianna Gabriella Vale Giubileo (22). PERQUISIZIONI E SEQUESTRI - Complessivamente dunque, nel corso delle perquisizioni, sono state poste sotto sequestro circa 40 dosi di cocaina e altri 100 gr. della stessa sostanza ancora da confezionare, oltre a 11 gr. di hashisc, 21 computer, 42 telefoni cellulari, 8 veicoli, 4 locali pubblici (tra i quali la Sala Bingo di Varese, il “Piper” di Varese in viale Belforte e il “Club New Paradise” di Varese in via Dalmazia, oltre al ristorante/pizzeria “Da Decimo” di Varese in via Tagliamento) e circa 15.000 euro e 400 dollari in contanti. LE INDAGINI - L’attività di indagine ha avuto la sua genesi nel 2012, anno in cui veniva individuata nella città di Varese e comuni limitrofi un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti gestita, con modalità particolarmente aggressive e disinvolte, da cittadini albanesi che avevano posto in essere una vera e propria “colonizzazione” del territorio. L’INTRECCIO CON L’EVASIONE - Contestualmente, le indagini in corso si intrecciavano con quelle inerenti la programmata evasione del detenuto Filadelfio Vasi, da effettuare in occasione di una udienza programmata presso il Tribunale di Varese e sventata dai Carabinieri di Varese il 27 settembre 2012 al culmine di una vasta operazione di contrasto. In particolare, emergeva che alcuni dei complici del tentativo di evasione gestissero una florida attività di spaccio di sostanze stupefacenti nel comune di Azzate e si fossero “alleati” con l’organizzazione di Varese con l’obiettivo di compiere l’eclatante azione criminale. La sorpresa arriva il 17 dicembre 2012: Umberto Arbolino, fiancheggiatore storico di Filadelfio Vasi, viene trovato in possesso di alcune dosi di cocaina. Chi era il suo fornitori? Secondo gli investigatori proprio Leonard Colaj, che poteva contare sul supporto di un nutrito gruppo di connazionali. Ecco l’aggancio delle indagini col gruppo di Varese. Lo sviluppo delle attività, eseguite mediante una notevole mole di indagini tecniche nonché numerosi servizi di osservazione e pedinamento sul territorio, ha così consentito il 20 novembre 2012 di arrestare per droga Landi Colaj in quanto trovato in possesso di alcune dosi di coca. L’estate scorsa, il 22 luglio venivano denunciati a piede libero Nikolin Qafalijaj, Alfons Dashaj, Leonard Colaj e Alexander Colaj, per rissa e lesioni personali, mentre il solo Alexander Colaj veniva accusato anche di tentato omicidio in quanto aveva provocato delle lesioni gravi a Leonard Colaj, nell’ambito di una diatriba legata alla gestione della piazza varesina. Infine lo scorso 4 novembre veniva arrestato Erlin Malaj, trovato in possesso di 33,20 grammi di cocaina. Tre giorni dopo in manette è finito anche Anton Lleshi, trovato in possesso di 19 dosi di cocaina. cocaina varese grandeDROGA NEI PARCHI E I “GIRI” DEI PUSHER - La forza d’urto di cui disponeva la “falange albanese” - affermano gli investigatori - “e l’estrema violenza dei suoi componenti ha così portato alla totale sottomissione della componente italiana, di fatto impiegata nell’attività di distribuzione dello stupefacente”. Proprio il modus operandi legato allo spaccio era abbastanza elementare, ma artatamente finalizzato ad eludere i controlli di polizia: i cosiddetti “cavallini” avevano delle utenze dedicate con le quali evitavano di comunicare verbalmente e ricevevano degli sms dai vari clienti o dei semplici squilli, dando conseguentemente indicazioni criptiche sulle località di incontro, che spesso venivano cambiate all’ultimo istante. Sono state numerose le persone individuate quali acquirenti nel corso dell’intera attività e sono stati effettuati svariati riscontri, sia diretti che indiretti; tra i clienti risultano anche persone insospettabili e particolarmente facoltose, capaci di ritirare nell’arco temporale di un mese anche 400 dosi già confezionate di cocaina. Estremamente ingegnoso è risultato l’artificio usato per occultare lo stupefacente, in attesa della consegna. Infatti, al fine di evitare, in caso di controllo da parte delle Forze di Polizia, di essere trovati in possesso di un consistente quantitativo di stupefacente ed incorrere così in un arresto in flagranza per “detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti”, i “cavallini” avevano individuato una serie di nascondigli all’interno di aree pubbliche ove posizionavano dei contenitori - in genere comuni pacchetti in plastica di caramelle (nella foto) - imbottiti di stupefacente già suddiviso in dosi, dai quali prelevavano, pochi istanti prima di partire per ciascuna cessione, solo il quantitativo concordato telefonicamente, tra l’altro preoccupandosi di fare numerosi giri “a vuoto” prima di raggiungere la località di occultamento.p

알바니아어

pappa con il latte

마지막 업데이트: 2014-06-07
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht ne shqip Gentile aleksandra, questo è il tuo bioritmo per lunedì 5 maggio: In questa giornata il tuo livello intellettuale è 87%: non aver timore se vuoi pianificare il tuo futuro.Il tuo livello fisico è 49%: se oggi ti aspetta qualche sforzo, compensalo con del riposo. Infine il tuo livello emotivo è 60%: saprai dare degli ottimi consigli a chi ti è caro!

알바니아어

celibe

마지막 업데이트: 2014-05-05
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

이탈리아어

perkthim italisht shqipLA DEA.......(Simona Oberhammer _La via del Femminile) Una dea è una donna che emerge dal profondo di sé. E' una donna che ha esplorato onestamente la sua oscurità ed imparato a celebrare la sua luce. E' una donna che è in grado di innamorarsi con le magnifiche possibilità dentro di lei. E' una donna che conosce i luoghi magici e misteriosi dentro di lei, luoghi sacri che possono nutrire la sua anima e renderla integra. E' una donna che irradia luce. E' magnetica. Se entra in una stanza sia i maschi che le femmine avvertono la sua presenza. Ha potenza e tenerezza allo stesso tempo. Ha una potente energia sessuale che non è dipendente dal suo aspetto fisico. Ha un corpo che lei adora e si vede dal modo in cui comodamente vive e si muove in esso. Conserva la sua bellezza, la sua luce e il suo amore. E' una madre per tutti i bambini. Scorre con la vita con grazia e senza sforzo. Può guarire con uno sguardo o con un tocco di mano. E' ferocemente sensuale ed erotica, senza timore si impegna nel sesso come suo modo di condividere con l'altro il contatto con il divino. Lei è la compassione e la saggezza. Ricerca la verità e si preoccupa profondamente di qualcosa che è più grande di se stessa. E' una donna che sa che il suo scopo nella vita è quello di raggiungere livelli più elevati e si regola con amore. E' innamorata dell'Amore. Sa che la gioia è il suo destino, abbracciandolo e condividendolo con gli altri guarisce le ferite. E' una donna che è venuta a sapere che il suo partner è tenero, smarrito e spaventato come anche lei lo è stata a volte. E' arrivata a comprendere le cicatrici del ragazzo in lui e sa che, insieme, l'amore può essere sollievo e guarigione delle loro ferite. E' una donna che accetta se stessa così come è. Può accettare gli altri così come sono. E' in grado di perdonare i suoi errori e non si sente minacciata da un altro anche quando viene attaccata. Sa chiedere aiuto quando ne ha bisogno, e sa dare aiuto quando richiesto. Rispetta i confini, i suoi e quelli degli altri. Può vedere Dio negli occhi di un altro. Può vedere Dio in se stessa. Può vedere Dio in ogni situazione della vita. E' una donna che si assume la responsabilità di tutto ciò che crea nella sua vita. E' una donna che totalmente supporta e dona. Lei è una dea

알바니아어

Traduzione Italiano Inglese

마지막 업데이트: 2014-04-18
사용 빈도: 1
품질:

추천인: 익명

인적 기여로
4,401,923,520 더 나은 번역을 얻을 수 있습니다

사용자가 도움을 필요로 합니다:



당사는 사용자 경험을 향상시키기 위해 쿠키를 사용합니다. 귀하께서 본 사이트를 계속 방문하시는 것은 당사의 쿠키 사용에 동의하시는 것으로 간주됩니다. 자세히 보기. 확인